Accetta Dio le persone che con sincerità e ignoranza fanno delle cose che Lui non approva?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Una persona può essere sincera, ma può anche avere sinceramente torto.
La Bibbia dice che vi è una via che all’uomo sembra diritta, ma finisce col portare alla morte (Proverbi 16:25).
Quante volte pur agendo in buona fede causiamo del male, sia a noi stessi che agli altri.
La buona fede non garantisce la verità e la buona riuscita.
Possiamo essere sinceramente ingannati, ma dobbiamo essere sinceri nella verità.
Davanti a Dio la sincerità non ci giustifica, ma quello che ci rende giusti è l’aver creduto alla verità ed agire di conseguenza ad essa.
Anche L’Apostolo Paolo ha condannato l’atteggiamento e la pratica nell’ignoranza delle cose di Dio.
Parlando dei pagani e degli idolatri dice: “Essi, anziché credere alla verità di Dio, hanno preferito credere alla menzogna ed hanno venerato ed adorato la creatura al posto del Creatore che è benedetto in eterno”(Romani 1:25).
Noi tutti veniamo dalla menzogna, ma Dio ha provveduto la Sua Parola, che come una luce ci illumina su Lui, sulle cose relative al Regno di Dio e sulla verità.
Perseverare nella menzogna, consapevolmente o non, è dannoso, malefico e porta ad una sicura condanna da parte di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.