Come cristiani, possiamo praticare l’Agopuntura?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Agopuntura, come la maggior parte dei metodi di cura alternativa importati dall’Estremo oriente, è da considerarsi come un metodo basato sulla superstizione, per cui i benefici tanto reclamati vengono a porsi a livello del tutto emotivo e non medico-scientifico. 
Non volendo escludere che in ogni cultura e humus sociale ci possano essere della realtà che dal punto di vista spirituale sono “pulite” e che portano beneficio alle persone, dobbiamo constatare che questa pratica è nata da ambiente pagano, cioè non influenzato da valori ed insegnamenti cristiani.

Dal punto di vista scientifico, l’Agopuntura (così come Agopuntura a raggio laser, Agopuntura elettrica e Agopressione) è del tutto priva di fondamento.
Essa ha origine dalla scuola filosofico-religiosa cinese del Taoismo.
Questa dottrina insegna l’effetto dell’universo (macrocosmo) sull’uomo (microcosmo): “L’uomo dipende dalla terra (cosmo), il cielo dal Tao (il principio supremo dell’universo) ed il Tao da se stesso”.

L’Agopuntura si basa su due principi fondamentali:
a) sul Ki (o Ch’i), l’invisibile energia vitale che fluisce cinquanta volte ogni 24 ore nei canali del corpo, chiamati “King”, altrettanto invisibili;
b) su un sistema di meridiani, cioè di linee energetiche, anch’esse invisibili, attraverso cui questa energia fluisce; essi sono idealmente cosparsi di punti e non hanno alcun rapporto con l’anatomia, anche se possono corrispondere a zone riflessogene.

L’organismo umano sarebbe, così, controllato da due forze contrastanti: Yinn e Yang.
Dall’equilibrio di queste due forze dipenderebbe il perfetto stato di salute della persona.
Per la medicina orientale, infatti, la malattia non è che una perturbazione della salute, ed il ripristino dell’equilibrio generale dell’energia può portare alla scomparsa della malattia stessa.
In base a questa teoria si può modificare il comportamento di un organo malato agendo a distanza, con gli aghi, sui punti di stimolo.

Si tratta senz’altro di fantasie, poiché questa teoria non tiene affatto conto delle relazioni anatomiche, del sistema nervoso e nemmeno della circolazione sanguigna.
L’Agopuntura, nota e praticata in Cina da alcuni millenni, venne introdotta in Europa sul finire del secolo XVII.
Ebbe influsso particolarmente in Francia, dove venne studiata dalla scienza ufficiale e fu anche oggetto di numerose pubblicazioni, in Italia, studi e pubblicazioni vennero più tardi.
L’Agopuntura, quindi, non è “neutra”, vale a dire che non può essere separata dal suo sfondo religioso-occulto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.