Cosa si deve fare per diventare cristiani?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come tutti i re e gli uomini potenti della terra sono fisicamente nati nello stesso modo in cui è nato il più semplice degli uomini, così anche la persona più dotata sul piano intellettuale deve diventare Cristiana esattamente come lo diventa l’individuo più semplice.
Ciò è valido per tutti gli uomini in ogni tempo e in ogni luogo, senza eccezioni.
Gesù lo ha detto senza mezzi termini: “Nessuno può venire al Padre, se non per mezzo di me” (Giovanni 14:6).
Gesù ha detto anche che per entrare nel Regno dei Cieli bisogna “nascere di nuovo” (Giovanni 3:3).

La Nuova Nascita avviene quando una persona crede in Gesù Cristo come Signore e Salvatore: “Perché Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo unico Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna” (Giovanni 3:16).
Quando nasciamo fisicamente siamo spiritualmente morti, per cui è necessaria una nascita anche spirituale.
Occorre anzitutto capire che da soli non possiamo realizzare la Nuova Nascita; noi siamo peccatori ed abbiamo bisogno di aiuto.

Dobbiamo, quindi, riconoscere che abbiamo bisogno di un Salvatore, cioè di qualcuno in grado di compiere, per noi, tutto ciò che Dio richiede e che ci può togliere la Condanna del peccato.
La Bibbia afferma che: “…la ricompensa del peccato è la morte” (Romani 6:23).
Una volta che una persona ha la consapevolezza della verità, cioè di essere senza speranza e si rende conto che Gesù Cristo è la soluzione al suo problema, l’unica cosa che gli rimane da fare è di accettarlo nella propria vita; accettare quello che lui è e quello che ha fatto, poiché “…il dono di Dio è la Vita eterna, per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore” (Romani 6:23).

Quando una persona, accettando il Dono di Dio, riceve Cristo come suo Salvatore, allora è “nata di nuovo”.
È un atto così facile che anche un bambino può farlo; ma allo stesso tempo è un atto difficile perché, per accettare il Salvatore, si deve in primo luogo ammettere che si è peccatori ed incapaci di salvarsi da se stessi.
Gesù ha detto che, per entrare nel Regno dei Cieli, una persona deve essere disposta a divenire umile come un bambino; soltanto allora Dio la riceverà (Matteo 18:3).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.