L’uomo peccatore

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dio ha creato l’uomo per stare con Lui ed avere una relazione Lui.

Questo rapporto era basato su una relazione di amore, stima e fiducia reciproca, per cui all’inizio c’era perfetta armonia tra Dio e l’uomo, nel Giardino dell’Eden.

Perfetta armonia nelle relazioni tra Dio e l’uomo, tra l’uomo ed il creato, tra Dio ed il creato.

Purtroppo tutto questo si è deteriorato ed è venuto meno a causa, prima, della ribellione di Satana (un angelo creato da Dio), poi, tramite questi, dell’uomo stesso, che Dio aveva creato a Sua immagine e somiglianza.

L’uomo col fatto di aver ascoltato ed assecondato il Diavolo è incorso nella conseguenza della ribellione a Dio e quindi di peccato, privandosi di quei requisiti che erano necessari per la relazione con Dio, offendendolo, e pretendendo di essere simile a Lui.

L’uomo, facendo volontariamente questa scelta, ha dimostrato di non aver fiducia in Dio, di non voler avere relazione con Lui e di poter fare a meno di Lui, attirandosi su di se le conseguenze dall’allontanamento da Dio: morte, malattie e maledizioni, per se e per i suoi discendenti.

Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e per mezzo del peccato la morte, in modo che la morte si è estesa a tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato…” (Romani 5:12).
Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio…” (Romani 3:23).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.