Perché dovrebbe essere proprio il Cristianesimo la religione che porta alla Salvezza?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nessuna religione salva, neanche il Cristianesimo, se lo si presenta come una religione.
C’è soltanto un Dio, cioè quello che ha fatto il Cielo e la terra e soltanto la Bibbia ci parla di Lui.
Soltanto Lui ci può dire con certezza che cosa è utile per la nostra Salvezza.
Se qualche religione fosse in grado di salvarci dalla perdizione eterna, Dio ce l’avrebbe indicata.

In quel caso la morte di Gesù non sarebbe stata necessaria.
Ma il sacrificio di Gesù era assolutamente necessario per la Salvezza.
Perciò la croce di Gesù ci dà assoluta certezza che non esiste nessun altro modo per cancellare i peccati commessi contro il Dio Santo.
Nella morte di Gesù in croce, Dio ha giudicato i nostri peccati, in modo che ora soltanto la conversione personale a Gesù Cristo e la consacrazione della nostra vita a Lui possano salvarci.

In tutte le religioni l’uomo crede di salvarsi con le proprie forze; secondo il Vangelo, invece, Dio ha fatto tutto mediante il Suo unico Figlio, l’uomo deve solo appropriarsi di questa Salvezza per mezzo della propria fede.
Per questo in Atti 4:12 è detto: “In nessun altro è la Salvezza, perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome (tranne quello di Gesù) che sia stato dato agli uomini, per il quale noi possiamo essere salvati“.
All’infuori di Gesù, non c’è nessun altro ponte per andare in Cielo.
Tutte le religioni sono dei vani miraggi nel deserto di un’umanità perduta.

A chi sta morendo di sete non giova il miraggio di una fonte d’acqua; perciò il concetto stesso di tolleranza dinanzi a tutte le concezioni fantastiche delle religioni alla fin fine porta l’umanità alla morte (Proverbi 14:12); ci vuole vera acqua.
La Bibbia indica molto chiaramente l’unica vera oasi, l’unica possibilità di sopravvivere: Gesù Cristo.
Egli dice: “lo sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Giovanni 14:6); e “…chi ha il Figlio, ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita” (1 Giovanni 5:12).
Anche l’Apostolo Paolo ha detto: “Nessuno può porre altro fondamento se non quello già posto, cioè Gesù Cristo” (1 Corinzi 3:11).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.