Perché oggi, nell’occidente cristiano, alcuni sono attratti da altre religioni?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Molti abbracciano le religioni orientali come l’Induismo o il Buddismo, perché vogliono una religione che li libera dall’accusa o dal sentimento d’intolleranza e di esclusività; non si vogliono sentire vincolati ad aderire ad una religione esclusivista come il Cristianesimo; infatti Gesù dice che lui è l’unica Via per arrivare a Dio, e che all’infuori di lui vi è nessuno che può far realizzare la pace con Dio.
Le religioni orientali danno ai giovani, principalmente, la possibilità di essere religiosi senza l’ingombro di un Dio assoluto al quale rendere conto; possono pensare a Dio come ad una divinità che non mette recinti, e che permette a tutti di scorrazzare liberi nelle proprie passioni e nei propri desideri.
In particolare la dottrina della Reincarnazione permette loro di fare errori e godere la vita.

Le religioni orientali danno un’apparente libertà dalle dottrine e dai dogmi, e sembrano essere in sintesi con la tecnologia di oggi, con le arti contemporanee e con il mondo della moda e dello spettacolo.
Anche l’Islam attira oggi, perché coniuga il fervore religioso con la politica, e prevede la possibilità di lottare per una causa con qualsiasi mezzo, dando libero sfogo a sentimenti e azioni che con il Cristianesimo dovrebbero essere evitati e esclusi.
Scegliendo una religione esotica e straniera (anche se classificata bizzarra e strana da molti), sembra che si abbia la sensazione di un forte aumento dell’individualità, introducendo, allo stesso tempo, il nuovo adepto, in una comunità d’elite scelta.
Ma ciò che non si considera, inizialmente, è che i sistemi di fede orientali, in realtà, mirano a distruggere l’individualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.