Conoscere Dio

Conoscere Dio

Chi è Gesù Cristo


Per essere salvati


Descrizione generale della Chiesa.
La principale parola greca che viene usata nell'Antico Testamento per indicare la Chiesa è derivata da un verbo che significa "chiamare ad uscire".
Questo verbo veniva applicato per designare un'assemblea convocata (nel nostro caso, da Dio).
Nel Nuovo Testamento, la maggior parte delle volte denota una Chiesa locale, sia riunita per il culto che per altri motivi (Atti 5:11; Atti 11:26; Romani 16:4; 1 Corinzi 11:18; 1 Corinzi 16:1).
Talvolta indica una Chiesa domestica o "la Chiesa in casa" di qualche credente (Romani 16:5-23; 1 Corinzi 16:19; Colossesi 4:15).
Nel suo senso più comprensivo, essa descrive l'intero "corpo" dei credenti, sia in Cielo che sulla terra (Efesini 1:22; Efesini 3:10-21; Colossesi 1:18-24).


L'essenza della Chiesa.
I Cattolici-Romani ed i Protestanti differiscono sulla interpretazione della natura essenziale della Chiesa.
I primi considerano la Chiesa come un'organizzazione esteriore e visibile, che consiste soprattutto dei preti insieme ai gradi superiori della gerarchia, chiamati Clero: vescovi, arcivescovi, cardinali, e il Papa; mentre, tutti gli altri, i fedeli "normali", compongono il "popolo di Dio".
I Protestanti ruppero con questa concezione esteriore e cercarono l'essenza della Chiesa nella comunione invisibile e spirituale dei santi.
La Chiesa, nella sua natura essenziale, include i credenti di ogni epoca, e nessun altro.
È il corpo spirituale di Gesù Cristo, in cui non c'è posto alcuno per i non credenti.


Nel parlare della Chiesa in generale, si possono considerare diverse caratteristiche:
1) La Chiesa militante e la Chiesa trionfante: la Chiesa come ora esiste sulla terra è quella militante, che è chiamata a impegnarsi come in una guerra santa; la Chiesa in Cielo, d'altra parte, è quella trionfante in cui al posto della spada tiene in mano la corona della vittoria.

2) La Chiesa visibile e la Chiesa invisibile: questa distinzione si applica alla Chiesa in quanto esiste sulla terra, che è invisibile per quanto riguarda la sua natura spirituale, tanto che è impossibile determinare con precisione chi ne fa parte e chi non ne fa parte, ma che diventa visibile nella professione di fede e nella condotta dei suoi membri, nel ministero della Parola e nei sacramenti, come pure nella sua organizzazione esterna e governo.
La Chiesa visibile potrebbe essere definita come "la comunità di coloro che professano la vera fede"; la Chiesa invisibile potrebbe essere definita come la compagnia degli eletti che sono chiamati dallo Spirito di Dio, o semplicemente, la comunione dei credenti.

3) La Chiesa come organismo e come istituzione: questa distinzione si applica solo alla Chiesa visibile.
Come organismo essa è visibile nella vita in comune dei suoi membri e nella loro opposizione al mondo, nonché come organizzazione, ministeri, nell'amministrazione della Parola, nei sacramenti e in certe forme di governo ecclesiastico.

Gli attributi ed i segni della Chiesa.
Vi sono, in modo particolare, tre attributi della Chiesa, come pure tre segni o caratteristiche esteriori:
1) La sua unità: si tratta dell'unità del corpo spirituale (mistico) di Cristo.

2) La sua santità: i Cattolici-Romani la riconoscono nella santità dei suoi dogmi, nei suoi precetti morali, nel suo culto e nella sua disciplina; i Protestanti la riconoscono nei membri della Chiesa come santi IN Cristo, come santi nel Principio, e nel possedimento della nuova vita che è destinata alla perfetta santità.

3) La sua universalità: Roma assume questa caratteristica particolarmente per sé stessa perché la sua chiesa è sparsa per l'intero mondo ed ha un più grande numero di membri di tutte le altre messe assieme; i Protestanti affermano che la vera Chiesa universale è la Chiesa invisibile, perché include tutti i credenti di ogni epoca e di ogni luogo.

I segni e le caratteristiche esteriori della Chiesa.
Sebbene questi attributi appartengano soprattutto alla Chiesa invisibile, i segni appartengono alla Chiesa visibile, e servono per distinguerla dalle false chiese:
1) La predicazione veritiera della Parola di Dio: questo è il segno più importante della Chiesa (1 Giovanni 4:1-3; 2 Giovanni 1:9); il ché non significa che la predicazione debba essere perfetta e assolutamente pura, ma che deve essere veracemente concorde con i principi fondamentali dell'insegnamento di Cristo e degli Apostoli, e devono avere un'influenza determinante sulla sua fede e pratica.

2) La giusta amministrazione dei sacramenti che non possono essere separati dalla Parola di Dio, e che dovrebbero essere amministrati da ministri regolarmente stabiliti, secondo l'istituzione divina, e solo ai credenti (1 Corinzi 11:23-30).

Pin It

Iesurun

Con il Blog Iesurun vogliamo analizzare eventi attuali e storici su Israele come realtà sociale e religiosa-profetica, approfonditi dal lato spirituale, secondo l'ottica della Parola di Dio.

Per i ragazzi

Il Sito, dedicato ai più piccoli, presenta un chiaro e semplice panorama della realtà della Bibbia e del Regno di Dio per i ragazzi che vogliono accostarsi alle cose di Dio, con l'aiuto di storie disegnate e immagini da colorare.

Il Blog

Nel Blog vengono inseriti articoli di attualità, commenti, riflessioni e contributi vari che riceviamo dagli iscritti, o semplici visitatori, che rientrano nei temi di etica cristiana e negli argomenti trattati nel sito.

Ultimi inseriti

Carlo Mirabelli

02 Settembre 2017
Carlo Mirabelli

Dalla 'Ndrangheta a Cristo. La testimonianza di Carlo Mirabelli ex boss della mafia calabrese, tratta da una registrazione audio data sotto la tenda "Cristo è la Risposta". Mi chiamo Carlo Mirabelli, da Petilia Policastro (Catanzaro). Da piccolo...