Qual’è il credo dell’Islam?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Musulmani credono che il Corano sia la divina parola di Allah, che non ha scritto Maometto direttamente, ma i suoi seguaci che hanno raccolto i suoi detti dopo la sua morte. 
Il Corano contiene le presunte rivelazioni che Maometto ha ricevuto dall’angelo Gabriele ed è diviso in 114 capitoli chiamati Sure.
Per i Musulmani il Corano è l’ultima parola di Allah rivolta al mondo; esso afferma che sia l’Antico Testamento che il Nuovo Testamento sono altrettanto divinamente ispirati, ma sono stati alterati dai Cristiani e dagli Ebrei, ponendo così il Corano al di sopra delle Sacre Scritture divinamente ispirate dal vero Dio.

Per ogni brano della Bibbia che contrasta con il Corano, i fedeli dell’Islam credono che la Bibbia sia in errore ed il Corano nel giusto; perché, secondo la Sura 33:40, esso è l’autorità definitiva.
L’insegnamento di base dell’Islam, chiamato Credo islamico, consiste in cinque principi fondamentali, più volte esposti nel Corano.
Il credo preferito dell’Islam, che viene recitato dal musulmano fedele, è: “Non v’è altro dio all’infuori di Allah“, ed il monoteismo è il dogma fondamentale della fede musulmana.
I Musulmani credono pure che Allah si sia rivelato attraverso tutta la Scrittura, che comprende: l’Antico Testamento, i Vangeli, il Corano e le Tradizioni islamiche (non contenute nel Corano), chiamate Hadith; ma in definitiva accettano soltanto il Corano.

I Musulmani, in teoria, dicono di credere anche nei profeti dell’Antico Testamento, ritenendo, però, Maometto il maggiore di tutti, in quanto lui fu inviato al mondo intero, mentre gli altri solo al popolo d’Israele; anche Gesù viene considerato un profeta mandato soltanto agli Ebrei.
Un altro insegnamento importante per i Musulmani è quello del Giorno del giudizio, dove tutti gli uomini verranno giudicati in base alle loro opere; mentre loro andranno in Paradiso (che è diverso da quello che riporta la Bibbia), i non-musulmani saranno condannati per sempre in una voragine di fuoco; vi è anche una possibilità di purificazione dei peccati per i Musulmani tiepidi in una specie di Purgatorio.

Oltre a questi dogmi di base, i Musulmani hanno i “Cinque pilastri”, ossia doveri fondamentali, che sono parte essenziale della loro fede.
Questi sono :
1) Il credo, o professione di fede, che non v’è altro dio, all’infuori di Allah e Maometto è il profeta di Allah;
2) le preghiere rituali rivolte verso La Mecca, recitate cinque volte al giorno, con il viso rivolto verso la città santa;
3) le offerte per i bisognosi, a cui donano 1/40 del loro reddito;
4) l’osservanza del Ramadan, durante il quale digiunano nelle ore diurne;
5) il pellegrinaggio a La Mecca, richiesto a tutti i Musulmani almeno una volta nella loro vita.

Vi è un sesto precetto, conosciuto come la “Guerra santa”, che viene applicato per l’espansione territoriale dell’Islam.
Infine, i Musulmani considerano Allah come una divinità assoluta, la cui volontà è legge.
Essendo Allah inconoscibile in senso personale, il fine dell’Islam è quello di obbedire a lui, non di conoscerlo, diversamente da quello che ci presenta e ci incoraggia la Parola del vero Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.