Se Dio è il creatore di ogni cosa, ha anche creato il male?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nella prima Lettera di Giovanni leggiamo che “Dio è luce ed in Lui non vi sono tenebre” (1 Giovanni 1:5).
Dio è la purezza e la perfezione assoluta (Matteo 5:48) e gli Angeli affermano continuamente: “Santo, santo, santo è il Signore degli Eserciti” (Isaia 6:3).
Egli è il “Padre degli astri luminosi” (Giacomo 1:17), e quindi il male non può mai provenire da Lui.

La Bibbia associa l’origine del male alla caduta di Satana, che una volta era un cherubino, un angelo di luce (Lucifero), e che volle essere “simile all’Altissimo” (Isaia 14:14).
In Ezechiele 28:15 così vengono descritte la sua superbia e la sua caduta: “Tu fosti perfetto nelle tue vie dal giorno che fosti creato, perché non si trovò in te la perversità.
Per l’abbondanza del tuo commercio, tutto in te si è riempito di violenza, e tu hai peccato; perciò io ti caccio come un profano dal monte di Dio e ti farò sparire, o cherubino protettore, di mezzo alle pietre di fuoco; il tuo cuore si è fatto altero per la tua bellezza… lo ti getto a terra“.

Quando, dunque, la prima coppia umana cedette alla tentazione satanica, divenne schiava del peccato e del male.
Fu così che tramite il peccato anche il male (oltre la morte) entrò nella creazione, divenendo caratteristica della natura stessa (ora decaduta) dell’uomo.
Perciò Satana ha potuto dominare nel mondo: “Il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne (realtà fisiche umane), ma contro i principati, le potenze, e i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti” (Efesini 6:12).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.