Secondo la Bibbia, qual’è il giusto Battesimo?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gesù Cristo stesso, istituì il Battesimo in acqua dopo la Sua risurrezione (Matteo 28:19; Marco 16:16).
Egli incaricò i Suoi discepoli a battezzare coloro che diventavano a loro volta Suoi discepoli “nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo“, cioè nella comunione con il Dio trino.
Sebbene Egli non intendesse prescrivere una formula, la Chiesa scelse le parole dell’istituzione, quando ne sentì la necessità.
La presente formula era già in uso prima dell’inizio del secondo secolo.

Il Battesimo è legittimato, quando è amministrato da un ministro di culto debitamente accreditato, nel nome del Dio trino e a persone consapevoli e decisi a intraprendere la vita cristiana, come viene evidenziato nella Parola di Dio, in Atti 2:37-37 e Atti 10:47-48.
Nella Chiesa Cattolica Romana, pur considerando il Battesimo assolutamente necessario alla Salvezza, permettono la sua amministrazione a bambini, figli di fedeli e, nel caso che la vita del bambino sia in pericolo, pure da persone diverse dai Sacerdoti, in modo particolare dalle levatrici.

La modalità più appropriata per l’amministrazione del Battesimo è per immersione; essa appartiene alla natura stessa del Battesimo.
L’insegnamento che ci trasmette il Nuovo Testamento è che il Battesimo raffigura l’essere totalmente sepolti (immersi nell’acqua) e il risorgere in Cristo (uscire dall’acqua), come ci dice in Romani 6:3-6; Colossesi 2:12.
Nel Nuovo Testamento non sono esplicitamente riportate le modalità del Battesimo, ma dalla maggior parte dei passi dove esso viene menzionano, si evince che era svolto per immersione, infatti la parola stessa “baptizo” in greco significa “immersione totale”.

Molto probabilmente le moltitudini che si recavano presso Giovanni Battista sono stati battezzati in questo modo nel fiume Giordano.
Nelle parole dell’istituzione del Battesimo, senza dubbio Gesù aveva in mente soprattutto il Battesimo per gli adulti, perché non avrebbero potuto essere altro che adulte le persone alle quali gli Apostoli si sarebbero rivolti nei loro giri missionari.
Le istruzioni date da Gesù implicano che il Battesimo avesse dovuto essere preceduto da una sincera professione di fede (Marco 16:16).

Il giorno di Pentecoste, coloro che avevano accolto le parole di Pietro, furono battezzati (Atti 2:41; Atti 8:37Atti 16:31-34).
Anche oggi la Chiesa dovrebbe esigere una professione di fede da tutti coloro che desiderano il Battesimo.
Una volta resa tale professione, questa viene accolta dalla Chiesa come autentica, a meno che vi siano buone ragioni per dubitarne la sincerità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.