Conoscere Dio

Conoscere Dio

Chi è Gesù Cristo


Per essere salvati


Gesù

Gesù è il Messia (Cristo), cioè il Salvatore del popolo d'Israele e di tutti gli uomini.
Gesù è il Figlio di Dio, nato da Maria, promessa sposa di Giuseppe di Nazareth, per opera dello Spirito Santo.
Dovo aver svolto il compito di presentare Dio, il Suo amore e la Sua potenza, agli uomini è stato messo a morte con il supplizio della croce, senza colpa alcuna; l'unico appiglio per la condanna è stato quello di essersi dichiarato Figlio unigenito di Dio, cioè perché dichiarava la verità.
La sua morte è servita di espiazione per i peccati di coloro che credono in lui, ottenendo così il perdono dei peccati e la Vita eterna promessa da Dio.
  • Una questione di scelta

    Gesù davanti a Pilato
    Noi viviamo in una nazione chiamata "cristiana", ma crediamo veramente in Gesù come il nostro personale salvatore, colui che ci permette di realizzare la comunione con Dio e ci assicura un posto in Cielo dopo la morte (fisica)?
    Vogliamo considerare brevemente chi è (o chi potrebbe essere) per noi la persona di Gesù Cristo il Figlio di Dio.
    Alla lettura dei Vangeli ci imbattiamo nella figura di Gesù come un maestro che insegnava le cose di Dio in modo diverso da quello che erano le interpretazioni di allora, divulgati dai vari teologi: Scribi, Farisei e rabbini vari.
    Gesù affermava che, nei suoi insegnamenti, prendeva in considerazione la stessa Parola di Dio a cui loro si riferivano: la Legge (di Mosè) e gli scritti (oracoli) dei Profeti; e di essere proprio quello che la Parola di Dio presentava: il Figlio di Dio, il Messia e l'Unica via per arrivare al vero Dio.
    Allora, in certe occasioni, quelli che lo ascoltavano erano divisi nel loro giudizio: alcuni dicevano che era un uomo di Dio, altri dicevano che era un indemoniato (Giovanni 10:19-21).

    LEGGI TUTTO

  • Una base sicura

    Una Bibbia
    Perché è importante basare la propria fede su insegnamenti e dottrine che hanno origine da Dio, insegnate da Gesù Cristo e professate dai suoi fedeli servitori?
    Gesù Cristo ha dato le chiavi che aprono le porte del Regno di Dio a Pietro, agli altri undici Apostoli e a tutti quelli che sono venuti dopo di loro (Matteo 16:19; 18:18).
    In questi passi riferiti dall'Evangelista, Gesù ha usato la descrizione simbolica delle chiavi per trasmettere un messaggio che è valido ancora oggi.
    Cristo ha impartito la sua autorità ai discepoli di tutti i tempi con il mandato di annunziare la Buona Novella (Matteo 28:18-20).
    L'adempimento di questo mandato apre le porte del Regno di Dio a coloro che ricevono i discepoli di Cristo in modo che vi possono entrare.

    LEGGI TUTTO

  • Un vero Natale

    Nascita di Gesù Cristo
    Sentiamo spesso parlare di persone povere che si sono arricchite.
    La frase che sentiamo solitamente è: "Quell'uomo si è fatto da solo!".
    Uomini uguali a noi, di cui alcuni hanno raggiunto la loro fortuna lavorando sodo e senza perdersi d'animo; altri, senza scrupoli, hanno rapidamente scalato il successo usando mezzi illeciti e disonesti.
    Potremmo nominare tante persone di questo tipo, che abitualmente sentiamo parlare e che vediamo dominare il panorama della vita sociale italiana.

    Ma tanti secoli fa viveva un uomo che non aveva seguito la strada di tutti, non cercava il proprio interesse e andava incontro ai deboli.
    Quest'uomo si chiama Gesù.
    Il Natale ci parla di Lui, il Figlio di Dio.
    Il Natale non è una festa degli affetti, nella quale tutti ci sentiamo più buoni per un giorno e dove l'uomo più duro e rude si commuove di fronte alla storia del bambino povero, nato in una stalla.

    LEGGI TUTTO

  • Perché è morto Gesù?

    Rappresentazione di Gesù in croce
    Gesù ha preso su di se tutte le colpe, sia dei Giudei che dei Gentili; Gesù, il perfetto innocente, si dichiara colpevole al posto nostro.
    Egli prende su di se i nostri peccati e li porta alla croce; alla sua croce, non alla croce dei Giudei, non a quella dei Romani "...poiché al Padre piacque di far abitare in lui tutta la pienezza e di riconciliare con se tutte le cose per mezzo di lui, avendo fatto la pace mediante il sangue della sua croce; per mezzo di lui, dico, tanto le cose che sono sulla Terra, quanto quelle che sono nei Cieli" (Colossesi 1:19-20).

    LEGGI TUTTO

  • La vita di Gesù

    Episodio della vita di Gesù
    Com'era la vita di Gesù?
    Sono stati scritti molti libri di genere scientifico e spirituale sulla sua persona, ma prendiamo brevemente in considerazione solo un paio di punti fondamentali che mostrano chiaramente in che maniera la vita di Gesù si distinse da quella di tutti gli altri uomini.
    Primo.
    Gesù non ha mai dovuto cercare il senso della vita come tutti gli altri uomini, prima e dopo di lui.
    Egli visse la sua vita senza commettere errori e con gran padronanza.
    Mai notiamo che egli aveva dei dubbi, neanche nella tentazione o quando dovette affrontare delle polemiche o delle lotte.
    L'aspetto eccezionale della sua vita era il rapporto fiducioso e continuo con il Padre.
    Egli sapeva bene che ciò era il fondamento segreto della sua vita che si rivelava nella sua purezza brillante, nella sua serenità e nella sua potenza soprannaturale. 

    LEGGI TUTTO

  • La Seconda venuta di Gesù

    Il ritorno di Gesù

     

    La verità più significativa in tutta quanta la profezia biblica è la certezza della seconda venuta di Gesù Cristo.
    Nel Nuovo Testamento, per descrivere questo evento, viene citato il termine greco "parousia", che significa "apparizione, manifestazione".
    Già il termine stesso (usato dai sacri scrittori) ci trasmette un evento visibile e accertabile, cioè Gesù Cristo verrà di nuovo sulla Terra in modo visibile e non di nascosto o riservato solo per alcuni (credenti, eletti, etc.).
    In tutti i passi della Sacra Scrittura (che citiamo anche più in basso) ci viene trasmesso questo messaggio, in molti più specificatamente, come in Luca 21:27, Apocalisse 1:7 ed altri.

    Questo evento è la chiave profetica che apre tutti gli altri eventi futuri.
    Essa costituisce l'adempimento tanto dell'Antico quanto del Nuovo Testamento, ivi comprese molte delle profezie di Gesù stesso; si completa la sua opera di salvezza cominciata nel corso della sua prima venuta, e mette in movimento l'orologio profetico di Dio per l'avvenire.
    Infatti, la seconda venuta di Cristo fa scattare una serie di oltre quindici eventi, ed è così possibile predire la sequenza che porta alla fine di questo mondo, dopo la venuta di Cristo.

    Questo tempo particolare ci è ignoto, perché Gesù, alla domanda dei suoi discepoli, disse: "Ma di quel giorno e di quell'ora nessun uomo sa, neanche gli angeli del cielo, ma soltanto mio Padre" (Matteo 24:36).
    Quantunque si possa speculare sull'epoca in cui il nostro Signore possa riapparire, non vi è assolutamente alcun dubbio che Egli ritornerà!
    Questo fatto è la ragione principale per cui nessun cristiano dovrebbe essere in ansia circa la fine di questa era o dei tempi caotici nei quali viviamo.

    Molti si fanno la domanda: "Sarà distrutto il mondo da un olocausto...

    LEGGI TUTTO

  • Il vero uomo

    Mano inchiodata di Gesù
    E' peculiare nell'uomo, tra l'altro, la sua continua ricerca di qualcosa di speciale, vale a dire, del senso della sua vita.
    Nel caso degli altri esseri viventi la vita in loro si sviluppa automaticamente grazie all'istinto.
    L'uomo invece deve riconoscere da sé cosa significa essere uomo; deve avere la consapevolezza e la responsabilità che comporta proprio l'essere uomo.
    Per questa ragione deve adattarsi al suo ambiente di propria volontà, impegnandosi, affinché l'esistenza sua e di tutto quello che lo circonda possa andare avanti nell'armonia e nel bene comune.
    In tutti i tempi, come lo testimonia la storia da quando il mondo esiste, gli uomini si sono impegnati a scoprire il senso della vita.

    LEGGI TUTTO

  • Il significato del Natale

    Natale
    Il vero significato del Natale.

    Ogni anno, il mondo, con l'avvicinarsi degli ultimi giorni di dicembre, festeggia, nei modi più svariati, dalle luminarie pubblicitarie al presepio e all'albero, la nascita di Cristo Gesù.
    Con tutti questi modi paganeggianti, entrati ormai nella tradizione civile e religiosa, dobbiamo dire apertamente che si è degenerato dalla genuina verità, quella che promana dalla Parola di Dio a questo riguardo.
    Il mondo, in realtà, approfitta della circostanza o del pretesto, per mettere in mostra i più svariati articoli commerciali, allettare il visitatore incantato e indurlo ad acquistare la merce.
    Innanzi tutto, precisiamo che la Sacra Scrittura non ci ha lasciato alcuna data cronologica intorno alla nascita di Gesù, per cui il 25 dicembre non è da ritenersi come il "dies natalis" del Signore.
    Dalla mitologia si rileva che il 25 dicembre i pagani iniziati ai misteri di Mitra celebravano la festa del natale del "Sol invictus".

    LEGGI TUTTO

  • Ignoranza negletta

    L'Indemoniato Gadareno
    Nella Parola di Dio, spesso, il termine originale tradotto "tenebra" sta a significare un'ignoranza negletta e volontaria sulle cose di Dio.
    Questa caratteristica la notiamo nella descrizione dell'episodio della liberazione dell'indemoniato Gadareno, riportato nei Vangeli di Matteo 8:28-34, Marco 5:1-17 e Luca 8:26-39.
    Nei passi di Matteo e di Marco, vi è riportato che gli abitanti del luogo "pregarono" Gesù perché se ne andasse da lì; in Luca è riportato che le persone del luogo chiesero a Gesù che si allontanasse perché avevano paura.
    In tutti e tre i passi viene descritto che Gesù asseconda la loro volontà (il Signore non forza nessuno).

    LEGGI TUTTO

  • I frutti della Pentecoste

    Pentecoste
    Gesù guarì in modo sovrannaturale (spesso con un semplice tocco o con una parola), inoltre non c’era alcun dolore o difetto mentale, spirituale o fisico che non si arrendesse alla potenza guaritrice di Gesù. 
    Gesù, smontato dalla barca, vide una gran folla; ne ebbe compassione e ne guarì gli ammalati” (Matteo 14:14). 
    ... e tutta la folla cercava di toccarlo (Gesù), perché da lui usciva un potere che guariva tutti” (Luca 6:19). 
    Gesù percorreva tutte le città e i villaggi… predicando il vangelo del regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità” (Matteo 9:35). 
    … gli portarono (a Gesù) tutti i malati colpiti da varie infermità e da vari dolori, indemoniati, epilettici, paralitici, ed egli (Gesù) li guarì tutti” (Matteo 4:24). 
    (Gesù), con la parola, scacciò gli spiriti e guarì tutti i malati, affinché si adempisse quel che fu detto per bocca del profeta Isaia…” (Matteo 8:16-17). 
    E Gesù disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura… Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demoni… imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno” (Marco 16: 15-18).

    LEGGI TUTTO

  • Accogliere Gesù

    Accogliere Gesù
    Tutti coloro che hanno ricevuto una vita nuova in Gesù Cristo possiedono la cittadinanza celeste e, di conseguenza, sono diventati stranieri in questo mondo.
    Sono pellegrini di passaggio e aspirano alla patria eterna dove il Signore li attende.
    Un tempo anche Lui era qui, tra di noi, mandato dal Padre per riscattare l'umanità perduta.
    Il Vangelo di Giovanni ci riporta così: "La vera luce che illumina ogni uomo veniva nel mondo.
    Egli era nel mondo; e il mondo fu fatto per mezzo di Lui, ma il mondo non l'ha conosciuto
    " (1:9-10).
    Continuando a leggere il seguito del passo, ci scontriamo con qualcosa di completamente fuori dalla norma: "E' venuto in casa sua e i suoi non l'hanno ricevuto..." (Giovanni 1:11).

    LEGGI TUTTO

Iesurun

Con il Blog Iesurun vogliamo analizzare eventi attuali e storici su Israele come realtà sociale e religiosa-profetica, approfonditi dal lato spirituale, secondo l'ottica della Parola di Dio.

Per i ragazzi

Il Sito, dedicato ai più piccoli, presenta un chiaro e semplice panorama della realtà della Bibbia e del Regno di Dio per i ragazzi che vogliono accostarsi alle cose di Dio, con l'aiuto di storie disegnate e immagini da colorare.

Il Blog

Nel Blog vengono inseriti articoli di attualità, commenti, riflessioni e contributi vari che riceviamo dagli iscritti, o semplici visitatori, che rientrano nei temi di etica cristiana e negli argomenti trattati nel sito.

Iscrizione Newsletter

Ricevi tramite email l'anteprima dei nuovi articoli.
Il tuo indirizzo email, o i tuoi dati, non saranno comunicati a terzi.
In qualsiasi momento potrai cancellarti, seguendo le istruzioni riportate nelle email.

Privacy e Termini di Utilizzo

Ultimi inseriti

Carlo Mirabelli

02 Settembre 2017
Carlo Mirabelli

Dalla 'Ndrangheta a Cristo. La testimonianza di Carlo Mirabelli ex boss della mafia calabrese, tratta da una registrazione audio data sotto la tenda "Cristo è la Risposta". Mi chiamo Carlo Mirabelli, da Petilia Policastro (Catanzaro). Da piccolo...